The Italian Wine Journal – I Campi di Flavio Prà equilibrio e vertigine

The Italian Wine Journal – I Campi di Flavio Prà equilibrio e vertigine

Nel numero di Aprile 2019 della rivista “Italian Wine Journal” (link all’articolo: I CAMPI DI FLAVIO PRA EQUILIBRIO E VERTIGINE) Bernardo Pasquali, amico, giornalista e grande degustatore, racconta la nostra storia vista dall’esterno, dalla nascita del progetto “I Campi”, ormai 10 anni fa, fino ad oggi.
Dagli studi a Bordeaux di Flavio, dalla sua esperienza come consulente enologo per diverse cantine fino ad oggi, fino alla prima stella ricevuta dal Gambero Rosso: 10 anni di Tre Bicchieri Gambero Rosso.

Da pochi ettari in Valpolicella e Soave, oggi l’azienda è in grado di offrire al mercato l’intera gamma delle denominazioni venete.
I rossi della Valpolicella con il nostro Valpolicella Ripasso DOC Superiore “Campo Ciotoli” che nelle ultime tre edizioni dell’omonima Guida è stato l’unico Ripasso premiato con i Tre Bicchieri del Gambero Rosso.
“Un nuovo concetto di Ripasso – sostiene Flavio – meno incentrato sulla potenza per dar risalto all’eleganza, alla verticalità del vino, uno stile che noi perseguiamo fin dalla nostra nascita ma che il consumatore finale inizia a riconoscere solamente da qualche anno.

I bianchi del Soave, d’altro canto la famiglia Prà produce questa denominazione da 3 generazioni. Inconfondibile il nostro Soave Classico DOC Campo Vulcano, per 7 anni consecutivi premiato con i Tre Bicchieri del Gambero Rosso. Soave che nasce dalle verdi colline vulcaniche di Monteforte d’Alpone, nel vigneto coltivato e curato da papà Sergio che ogni giorno controlla e accudisce le pergole di Garganega e Trebbiano.

Le bollicine di montagna del Lessini Durello DOC, piccola denominazione tra Verona e Vicenza composta esclusivamente da uve Durella che se spumantizzate regalano tanto piacere quanto un ottimo Champagne.

La nuova sfida della coltivazione in Lugana. Per anni e tutt’oggi Flavio opera come consulente enologo tra Peschiera e Desenzano del Garda. Conosce bene la denominazione e la Turbiana. Conosce come creare un prodotto estremamente elegante, unico e fedele alla tradizione della denominazione.
“Lugana DOC Campo Argilla è l’ultimo arrivato in casa I Campi. Un Lugana DOC di sola uva Turbiana, vitigno geneticamente in comune con il Verdicchio marchigiano. Uve che derivano dalla parte bresciana della denominazione. Qui domina l’Argilla, terreno pieno, ricco di minerali e nutrienti per la pianta, il prodotto non può che essere un vino di grande corpo, minerale ma con la freschezza che ti aiuta a bere un altro bicchiere.”

Il progetto “I Campi” vuole essere materia vivente, in continua evoluzione e rivoluzione.
Nuove sfide, nuovi mercati e nuovi traguardi sono già in programma.

 

Back to Top